Corfinio

Corfinio, in Provincia dell’Aquila, è uno dei borghi che vale senza dubbio la pena visitare durante una vacanza in Abruzzo. Si tratta di un Comune dalla storia lunga ed avvincente.

Corfinio


La città fu roccaforte e fulcro della vita quotidiana della popolazione dei Peligni, che la elessero a “Capitale” del loro impero. Ai tempi il nome era “Corfinium”, poi modificato nel corso dei secoli prima in Valva (nel medioevo), poi in Pentima, ed infine in Corfinio, dal 1928 in poi.


L’importanza dell’antica Corfinium può essere facilmente compresa sottolineando il fatto che la cittadina fu Capitale dell’impero Peligno fino al III secolo a.C. quando il popolo italico fu sconfitto e soggiogato dai Romani, all’epoca in inarrestabile espansione. Nonostante i territori dei Peligni furono subito trasformati in municipi romani, la popolazione più volte cercò di ribellarsi, lottando strenuamente contro gli invasori, senza però ottenere successi e vittorie contro un Impero dalla potenza superiore.

CORFINIO CATTEDRALE VALVENSE DI S.PELINO ORATORIO DI S.ALESSANDRO (AQ)


Dopo la caduta dell’Impero, il destino di Corfinium fu ancora peggiore, dovendo subire i saccheggi e la cieca forza distruttiva delle popolazioni barbariche che invasero il nostro Paese mettendolo a ferro e fuoco.


Tra i luoghi da  non perdere oggi a Corfinio ci sono:

  1. La Cattedrale di San Pelino;
     
  2. La contrada di Piano San Giacomo, una delle aree più interessanti dal punto di vista archeologico, dove sono state ritrovate, per esempio, delle terme del I-III secolo d.C. e una casa del I secolo d.C. ;
     
  3. La necropoli di epoca italica, con tombe risalenti al IV secolo a.C. ;
     
  4. Piazza Corfinio, dalla forma semicircolare data dai resti dell'antico teatro qui impiantato, risalente al I secolo a.C.